La Suddivisione della Carta Vetrata

I Tipi di Carta Vetrata

La carta vetrata è presente in commercio in varie gradazioni che suddividono questo materiale secondo la granda della parte abrasiva.

Per gradazione si intende la potenza di asportazione, ossia, in parole povere, il grado di ruvidità della carta; più la grana sarà sottile, meno la carta avrà potenza di asportazione e, viceversa, più la grana sarà grossa, più la carta sarà in grado di asportare materiale dalla superficie.

La finezza delle grana è dunque indicata sul retro della carta, ossia sulla parte non abrasiva del foglio, e viene identificata con un numero da 40 a 2500.

Una delle cose importanti da sapere quando ci apprestiamo a comprare una carta abrasiva è che il numero della grana è inversamente proporzionale al grado di ruvidità e, dunque, alla potenza di asportazione.

Questo significha che il grado di ruvidità diminuisce con l'aumentare della gradazione; in sintesi: più il numero riportato sulla carta è alto, più la grana sarà fine e meno sarà la potenza di asportazione.

Altra cosa da sapere è che le carte vetrate con grana superiore a 100 sono definite non più "carte vetrate", bensì carte abrasive.

Un modo più grossolano, ma anche più utilizzato, di suddividere la carta vetro secondo l'abrasività della superficie è quello di identificare la carta con aggettivi quali: grossa (per lavori che richiedono la massima potenza abrasiva), media (per lavorazioni in cui è necessario un intervento discreto ma deciso), fine (per operazioni di finitura), finissima (per lavori di perfezionamento come la lisciatura o la lucidatura).